Alleviando gli effetti collaterali di haldol

Panoramica

Haldol, o haloperidol, è un medicinale antipsicotico. Viene usato per trattare sintomi psicotici, che includono allucinazioni, delusioni e distacco dalla realtà. Il suo utilizzo può essere breve o lungo termine. Gli effetti collaterali a breve termine includono un certo numero di sintomi neurologici che possono essere molto scomodi per il paziente, ma possono essere alleviati con successo con un trattamento adeguato.

Trattamento della distonia acuta

La distonia acuta si riferisce ad un improvviso spasmo dei muscoli, causando un tono più elevato e una rigida rigidità. Le ganasce possono diventare bloccate e gli occhi possono tornare indietro nella testa e bloccarsi in quella posizione. La distonia è una condizione dolorosa, oltre che allarmante al paziente. Può anche essere pericolosa per la vita, in quanto lo spasmo può coinvolgere i muscoli della laringe e impedire l’ingresso dell’aria nei polmoni. Secondo il Canadian Movement Disorder Group, l’aloperidolo è uno dei farmaci più probabili a provocare questa reazione. Il trattamento consiste nell’abolizione dell’aloperidolo e nel dare subito un farmaco anticolinergico. I farmaci anticolinergici comunemente usati sono Cogentin, o Benztropina, e Benadryl, o difenidramina. Per trattare la distonia acuta vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare. Una volta terminata la crisi acuta, i farmaci anticolinergici dovrebbero essere continuati in forma di pillola e dovrebbero essere scelti diversi farmaci per trattare i sintomi psicotici.

Trattamento di Akathisia

Akathisia si riferisce ad un senso scomodo di irrequietezza interiore, accompagnato da un movimento continuo delle gambe o da pacing avanti e indietro. Akathisia può essere sollevata riducendo la dose di aloperidolo al minimo necessario per controllare i sintomi e aggiungere altri farmaci per trattare questo sintomo. Secondo il libro di testo di Kaplan e Sadock di Psichiatria, le opzioni di trattamento includono propranololo, beta-bloccante, o benzodiazepine, come lorazepam o clonazepam. I farmaci sono somministrati per via orale e usati regolarmente più volte al giorno.

Trattamento dei sintomi di Parkinson

L’aloperidolo è un potente bloccante dei recettori della dopamina. Di conseguenza, provoca sintomi simili a quelli di Parkinson, una malattia in cui vengono distrutte le cellule nervose della dopamina. I sintomi includono il movimento rallentato, il tremito e la rigidità. Secondo il libro di testo di Kaplan e Sadock di Psichiatria, il trattamento consiste in dosi pianificate di un farmaco anticolinergico, come il cogentina. Le dosi vanno da 0,5 mg a 2 mg, date diverse volte al giorno. I farmaci anticolinergici possono causare diversi sintomi, inclusi visione offuscata, difficoltà urinarie e confusione e devono essere utilizzate con cautela nei pazienti anziani.

Dyskinesia tardiva

La discinesia tardiva è un disturbo del movimento che si presenta dopo l’uso a lungo termine dell’aloperidolo. I sintomi consistono in movimenti involontari e costanti, più spesso della lingua, della bocca e delle mani. Secondo il libro di testo di Kaplan e Sadock di Psichiatria, “non esiste un trattamento efficace. Secondo i “Istituti Nazionali di Disturbi Neurologici e Stroke”, farmaci come le benzodiazepine e propranololo possono essere utili, anche se il trattamento è altamente individualizzato.