Regole di basket per il volto che protegge un avversario

Panoramica

La protezione del viso si verifica quando un difensore blocca o distrugge la visione del giocatore offensivo, indipendentemente dal fatto che il giocatore abbia la pallacanestro o meno. Se metti la tua mano davanti agli occhi di un giocatore in un atto di tiro piuttosto che difendere la palla, sei colpevole della protezione del volto. Allo stesso modo, quando si sta guardando un giocatore lontano dalla palla, se si blocca la sua visione per impedirgli di ricevere il passaggio, è una violazione.

professionista

La NBA non specifica in modo teorico la faccia in guardia, anche se se viene fatto un contatto quando un difensore agita o mette la mano davanti al volto di un avversario, viene chiamato un fallo personale. Il contatto flagrante alla testa o al viso spesso provoca l’espulsione e la possibile sospensione per il giocatore offensivo. I funzionari della NBA, come molti fan sanno, non hanno l’abitudine di chiamare un fallo quando non c’è contatto al volto.

Università

L’NCAA definisce la guardia del volto come “Obiettivo ostruendo la visione di un avversario agitando o mettendo le mani vicino ai suoi occhi” nell’articolo 10, sezione 6, articolo 1, nelle regole ufficiali che riguardano sia il basket maschile che femminile. Il delinquente viene penalizzato con un fallo tecnico che provoca un tiro libero per la squadra avversaria.

Scuola superiore

La Federazione Nazionale delle Associazioni Statali di Stato ha bandito la prima volta il volto di guardia nel 1913, e da allora non ha lasciato spazio per l’interpretazione delle regole. Nel 2004, la NFHS ha messo in evidenza il volto di guardia nei suoi “punti di enfasi” 2004 per gli arbitri quando la regola è stata modificata per includere azioni che si trovano fuori dalla palla. Il rilascio rileva che mettere una mano in aria difendendo un giocatore nel post è legale, ma deliberatamente bloccando la visione del giocatore offensivo non lo è.

Internazionale

Le regole della Federazione Internazionale di Basket seguono molto attentamente quelle di NCAA e NFHS. La protezione del volto è esplicitamente vietata dalla regola 38.3.1, che prevede, in parte, “l’esplosione di un avversario o l’obstruzione della sua visione agitando le mani vicino agli occhi” è un fallo tecnico contro l’autore che produce un’opportunità di tiro libero per l’avversario.