Ci sono differenze nutrizionali tra latte fresco e polvere?

Se scegliete il latte fresco o secco, contribuirete alla vostra consegna quotidiana di latticini da 3 tazze, come stabilito dal Dipartimento dell’Agricoltura Usa. Il latte fresco ha un sapore superiore – noterete sicuramente una differenza di gusto se bevete un semplice latte ricostituito – ma ha una durata di conservazione più breve e un costo più elevato del latte secco. Entrambi i tipi di latte offrono un significativo valore nutrizionale, ma il latte fresco serve come fonte leggermente migliore di alcuni nutrienti.

Somiglianze nutrizionali

Il latte in polvere e il latte fresco condividono parecchie analogie nutrizionali. Un servizio da 1 tazza di latte fresco non grasso o di latte non grasso in polvere contiene leggermente più di 80 calorie. Entrambi i lattini contengono circa 8 grammi di proteine ​​per servire che contribuiscono in misura significativa alla vostra assunzione giornaliera di proteine ​​giornaliere raccomandate da USDA – 56 grammi per gli uomini e 46 grammi per le donne. Latte in polvere e latte fresco offrono anche ampie quantità di calcio: tra il 28 e il 30 per cento dei vostri requisiti giornalieri di calcio.

Vitamine B-5 e B-12

Il latte fresco presenta leggermente più vitamine del complesso B, in particolare le vitamine B-5 e B-12, anche se il latte in polvere offre anche le vitamine. Entrambi i nutrienti contribuiscono alla salute del tuo sistema nervoso. La vitamina B-5 aiuta anche a mantenere le membrane cellulari sane, mentre B-12 supporta il trasporto sano di ossigeno. Avete bisogno di piccole quantità di entrambe le sostanze nutritive ogni giorno: 2,4 microgrammi di B-12 e 5 milligrammi di B-5. Una tazza di latte fresco contiene 1,2 microgrammi di vitamina B-12 e 0,9 milligrammi di vitamina B-5, mentre una dose equivalente di latte in polvere ricostituito è di 0,9 microgrammi e di 0,8 milligrammi di vitamine B-12 e B-5 rispettivamente.

Fosforo e selenio

Il latte fresco fornisce anche un po ‘più fosforo e selenio rispetto alla sua controparte in polvere. Entrambi i minerali svolgono un ruolo nella funzione enzima, che supporta il metabolismo cellulare. Il selenio è anche coinvolto nella funzione tiroidea, mentre il fosforo viene utilizzato per mantenere le membrane cellulari sane. Una porzione di latte fresco contiene 7,6 microgrammi di selenio – 14 per cento dell’assunzione quotidiana raccomandata – mentre una dose equivalente di latte in polvere ricostituito è di 6,3 microgrammi. Il latte fresco fornisce anche 247 milligrammi di fosforo, ossia il 35% delle vostre necessità quotidiane: leggermente più di 227 milligrammi di latte in polvere.

Usi in cucina

Per il sapore migliore, probabilmente si dovrebbe utilizzare latte fresco come bevanda, ma si può rivolgersi al latte in polvere per ricette. Utilizzando il latte in polvere ricostituito nella vostra cottura ridurrà i costi di preparazione dei cibi, senza compromettere significativamente il gusto del cibo. In alternativa, utilizzare latte in polvere ricostituito come base per le tue frullati, una volta aggiunti altri ingredienti, come frutta congelata, non si nota molta differenza di sapore.