Benefici della corteccia di cannella

Panoramica

Rinomata per il suo profumo caldo e sapore speziato, la corteccia della pianta di cannella è stata utilizzata per centinaia di anni sia come condimento e medicina. Nella moderna medicina naturopatica, i praticanti considerano la cannella come un trattamento naturale per condizioni croniche come il diabete di tipo 2 e il colesterolo alto. Anche se ci sono solo prove limitate per sostenere l’uso di integratori di cortecce di cannella, questi prodotti possono essere una utile aggiunta a uno stile di vita sano. Consultare un medico o un dietista prima di utilizzare supplementi di cortecce di cannella, in particolare se si ha una condizione medica.

Nutrizione

La corteccia di cannella è associata a numerosi importanti benefici nutrizionali. Il National Nutrient Database di USDA riferisce che la cannella è una fonte di micronutrienti come la vitamina K e il ferro e anche una fonte di calcio, manganese e fibre alimentari. Un serving da 1 cucchiaio di cannella contiene 1,4 milligrammi di manganese, che è quasi il 75 per cento della dose giornaliera consigliata di 2 milligrammi. Il manganese può aiutare a prevenire l’osteoporosi, l’anemia e i sintomi della sindrome premenstruale, secondo MedlinePlus.com. La cannella è naturalmente bassa in grassi e zucchero, e può aggiungere sapore e zest ai cibi senza aumentare il suo contenuto di zucchero, grasso o caloria.

Effetti antiossidanti

Molti benefici nutrizionali e medicinali della corteccia di cannella sono relativi alla sua potente capacità antiossidante. Gli antiossidanti sono composti che proteggono le cellule viventi contro i danni associati ai radicali liberi – molecole di ossigeno altamente reattive prodotte in risposta all’inquinamento, alla dieta povera, al fumo e allo stress. Uno studio, pubblicato nel 2009 nel “Journal of the American College of Nutrition”, ha dimostrato che le persone in sovrappeso hanno subito meno danni al radicali liberi durante l’assunzione di integratori di cannella. Bloccando gli effetti dei radicali liberi, gli antiossidanti come la cannella possono aiutare a prevenire malattie cardiovascolari e certe forme di cancro.

Gestione del diabete

La cannella è utilizzata in naturopatia per il trattamento del diabete di tipo 2, una condizione medica potenzialmente grave che può causare pericolosamente elevati livelli di glucosio o zucchero nel flusso sanguigno. In un’edizione 2003 del “Diabetes Care”, l’American Diabetes Association ha pubblicato i risultati di uno studio su piccola scala, che ha determinato che le dosi giornaliere da 1 a 6 grammi di cannella possono contribuire a ridurre i livelli di glucosio nel sangue. Questi risultati erano incoraggianti ma non conclusivi: sono necessari ulteriori studi clinici per dimostrare l’efficacia della cannella come un trattamento alternativo o complementare per il diabete.

Riduzione del colesterolo

L’associazione americana del diabete afferma che i pazienti diabetici che assumono cannella hanno sperimentato riduzioni nei livelli di colesterolo e trigliceridi, mentre quelli che assumono un placebo non hanno avuto questi effetti. Lo stesso studio in “Diabetes Care” che ha mostrato gli effetti della cannella sulla zucchero nel sangue ha dimostrato che l’uso della cannella riduce anche il trigliceride del 30%, il colesterolo LDL o il colesterolo cattivo del 27% e il colesterolo totale del 26%. Lo studio non ha mostrato un cambiamento di HDL o di un buon colesterolo.